Spread the love

Quale casco scegliere per la moto o lo scooter

 

Se ti chiedi quale casco scegliere ma non sai da dove iniziare, questa guida ti aiuterà a rispondere a questa domanda.

Tipi di casco

Quando si va in moto la sicurezza è importantissima e sapere come scegliere il casco adatto ci aiuta a viaggiare protetti. Inoltre, protegge dal vento e aggiungere un tocco estetico. Ormai è strano vedere qualcuno in moto senza, sembra quasi come se gli mancasse qualcosa.

casco integrale

Casco integrale

Bisogna tener presente che esistono diversi tipi di caschi e capire quindi qual è quello più adatto. Il casco più sicuro di tutti è senza dubbio quello integrale, cioè quello che protegge tutta la testa e la faccia.

casco enduro

Casco enduro

Quelli da cross o enduro sono paragonabili a degli integrali ma con un parasole sulla fronte, una mentoniera più pronunciata e una maschera al posto della visiera.

Un’ altro tipo è quello jet che copre la testa ma lascia libero la faccia e il collo. Può essere con o senza visiera. E’ più comodo in città, specialmente d’ estate quando fa caldo, ma è meno protettivo. I demi-jet, invece, sono ancora meno protettivi lasciando scoperte le guance e la nuca.

Esistono poi i caschi modulari, simili agli integrali, ma che con un meccanismo permettono di sollevare la parte anteriore, cioè la mentoniera, diventando come un casco jet. Qui però bisogna fare attenzione perché con un modulare potrebbe non essere consentito circolare con la mentoniera sollevata e dovrete accertarvi che sia omologato P/J cioè che sia utilizzabile in entrambi i modi. I crossover sono come i modulari ma con più opzioni, la mentoniera si può sganciare trasformandolo in jet oppure sostituendo la visiera principale con un parasole diventa un casco da enduro, inoltre, la visiera spesso è molto ampia.

Casco jet

Casco jet

agv compact

Casco modulare

Esiste un’ ultima tipologia chiamato Cromwell, detto anche “scodella” che però non può essere assolutamente utilizzato né venduto. Copre soltanto la parte superiore del cranio e quindi la sicurezza è quasi inesistente. Oltretutto sembra di andare in giro con uno scolapasta in testa. Davvero poco estetico.

Bisogna essere certi che il casco abbia un’ omologazione ECE verificando la presenza dell’ etichetta con una lettera “E” seguita da un numero altrimenti potreste incorrere in multe, sequestro della moto e decurtazione dei punti.

Anche la taglia è molto importante ma torneremo su questo argomento tra poco.

Non scegliere principalmente in base all’ estetica ma alla sicurezza. Colori “accesi”( verde, giallo, arancione, bianco) ti renderanno più visibile con poca luce. E’ importante anche la manutenzione, va fatto controllare da un esperto se subisce un impatto, altrimenti, deve essere sostituito ogni 4-5 anni perché con il tempo e con il calore del sole i materiali interni che assorbono gli urti possono non essere più efficaci come all’ inizio. La visiera va lavata con detergenti neutri non corrosivi per non danneggiarla.

Casco Cromwell

Casco Cromwell

Scegliere la taglia

Affinché il casco possa essere utile, bisogna assolutamente scegliere la taglia adatta altrimenti sarà quasi inutile averlo. Per sceglierla è necessario misura testamisurare la circonferenza della testa. Prendete un metro e fatelo passare leggermente al di sopra delle sopracciglia e delle orecchie. Presa la misura abbinatela alle taglie disponibili, per esempio S 55-56, M 57-58(possono cambiare da una marca all’ altra).

Trovata la taglia corrispondente indossatelo e stringete il cinturino lasciando lo spazio per poter inserire due dita. Dovreste sentire una pressione uniforme su ogni punto della testa e non zone dove è più o meno stretto di altre. Se sentite che non c’è contatto sulla parte superiore significa che è troppo piccolo.

Tenetelo qualche minuto per capire se è comodo, successivamente, ruotate il casco a destra e a sinistra, la testa dovrà muoversi insieme e rimanere in contatto con le guance, ripetete muovendolo su e giù. Se si muove troppo o scivola probabilmente non è la misura adatta. Infine, provate a tirarlo dalla nuca verso l’ alto, ovviamente non dovrà muoversi molto.

Attenzione, un casco che all’ inizio sembra un po’ troppo stretto, con il tempo l’ imbottitura cederà leggermente e prenderà la forma esatta della vostra testa calzandola perfettamente. Molte case produttrici permettono di acquistare i guanciali per adattare al meglio il casco alla testa. Controllate anche che mento e bocca non tocchino contro la mentoniera.

Ormai i caschi si possono comprare anche su internet trovando parecchi sconti e con la possibilità di cambiarli a costo zero con i maggiori siti di e-commerce come Amazon ed e-bay.

Errori da evitare

La statistica ci dice che la maggioranza degli incidenti in moto con esiti mortali avvengono per il mancato utilizzo del casco o per l’ utilizzo scorretto. Questo è il motivo per cui in moto va sempre utilizzato correttamente.

E’ fondamentale indossare un casco che calzi perfettamente con le dimensioni della nostra testa. Uno troppo grande, per esempio, potrebbe muoversi durante la guida, alterando la visuale, oppure muovendosi continuamente, comportare fastidi e distrazioni.

Il casco va sempre legato, altrimenti non servirà a un bel niente! Prima di partire controllate che il cinturino sia ben allacciato e che il casco risulti ben fermo sulla testa.

Ascoltare musica quando si va in moto può essere molto piacevole, ma siccome il casco già di per sé attenua i suoni provenienti dall’ esterno, sarebbe consigliabile evitare altri suoni o almeno utilizzare soltanto una cuffia. Bisogna sempre prestare attenzione alla strada, udire clacson e sirene di emergenza possono aiutarci ad evitare pericoli.

Non utilizzare un casco che ha subito urti. Come già detto in precedenza per poter svolgere correttamente la sua funzione di protezione, un casco deve essere in perfette condizioni. Evita i caschi che hanno già ricevuto precedenti urti e che hanno la calotta interna danneggiata. Inoltre, fai anche attenzione al fatto che non sempre i danni si vedono. Il calore e le sostanze anche comuni, come vernici e solventi potrebbero danneggiarlo internamente, anche se questo non è visibile dall’ esterno.

Infine, evita i caschi con un costo eccessivamente basso. La qualità potrebbe essere molto bassa.

Se questa guida ti è stata utile condividila 🙂

 

 

 

qualecasco

QualeCasco.com ha lo scopo di recensire caschi ed eventuali accessori da moto per aiutare le persone a scegliere il giusto equipaggiamento, un argomento di vitale importanza per questo settore.

Latest posts by qualecasco (see all)